La Qualità  del software

La qualità del software

“L’accento sulla Qualità del prodotto è uno dei Valori portanti del nostro gruppo.”

“Facciamo Software e lo facciamo bene.”

Perché misurare la qualità del software?

In ambito informatico ad ogni possibile esigenza si può dare un numero praticamente infinito di risposte differenti, ognuna con caratteristiche peculiari.

Produrre software inoltre è un processo molto differente da quelli standard manifatturieri, ad esempio costruire case:
L’uomo costruisce case da più 3000 anni, mentre produce software da meno di 30. Inoltre i fabbricati si basano su varianti nell’assemblaggio di moduli sempre uguali tra loro, modellati e raffinati per secoli o millenni. Ogni progetto software affronta un problema con caratteristiche uniche, che andranno analizzate una per una, trovando risposte da assemblare in una unica soluzione mai prodotta prima.

E’ importante quindi disporre di metriche e criteri di valutazione per i propri risultati prima, durante e dopo lo sviluppo del software.

Cos’è la “qualità del software”?

La qualità del software valuta tutto il comportamento di un software durante la (eventuale) realizzazione dei compiti per i quali viene usato.

“Quello che facciamo non soltanto sembra funzionare: Funziona veramente.”

A seconda di quali siano questi compiti la qualità si misura dando importanza diversa a diversi fattori:

Stabilità

La stabilità è la capacità di un programma di gestire gli imprevisti e i malfunzionamenti senza bloccarsi o compromettere i dati.
La stabilità del software si garantisce creando programmi predisposti per affrontare situazioni anomale.

“Quando si fa software essere ottimisti è da incompetenti.”

Sicurezza

La sicurezza di un software evita accessi indesiderati ai dati e alle funzioni del programma. Questa caratteristica assume molta importanza nella gestione di dati sensibili, ad esempio dati contabili o personali.
La sicurezza si garantisce utilizzando utenti, permessi e opportune procedure di verifica.

“Un danno economico al cliente è la cosa peggiore che avremmo potuto fare in assoluto.”

Usabilità

L’ usabilità si riferisce alla facilità, velocità e intuitività d’uso del programma. L’ usabilità è fondamentale se il software deve essere usato da utenti senza apposita formazione, ad esempio operatori manuali o il pubblico di un sito web.
Per ottenere un programma usabile esistono opportuni criteri e verifiche da applicare alle interfacce utente.

“Il nostro software deve poter essere usato da operatori con la terza media.”

“Inutile avere a disposizione il miglior software del mondo, se poi non lo si riesce a usare.”

Efficienza

L’efficienza del software misura la velocità con cui il programma esegue i suoi calcoli producendo i risultati attesi. L’efficienza è una caratteristica richiesta in casi di elaborazione spinta dei dati, ad esempio nella ricerca genetica, in caso di programmi con esigenze di risposta istantanea, ad esempio di controllo di attuatori ad alta velocità, o di manipolazione di una grande quantità di dati, ad esempio su server che raccolgano dati da tutta la nazione.
L’efficienza di un software dipende da come si codificano i dati, da come si salvano e da come si manipolano, quindi per garantire alta efficienza del software è essenziale poter contare su un alto profilo tecnico degli sviluppatori.

“Non servono macchine più veloci, servono programmi fatti meglio.”

Licenza:
I contenuti di questo articolo sono proprietà intellettuale dei relativi autori e protetti ai sensi dell'art. 1 della legge italiana sul diritto d'autore n. 633 del 22 aprile 1941.
La copia, parziale o integrale, è illegale escluso il caso di citazioni di lunghezza massima di un singolo paragrafo e il cui testo sia completamente incluso in un link a questa pagina.
Pagine simili a "La Qualità  del software"