Riscrivere il software?

Riscrivere il codice sorgente: Se e quando farlo

Vi è mai capito di dover riscrivere il vostro software? Anche a me. E non è stata un’esperienza molto piacevole, vero?

Come regola generale, non si dovrebbe mai riscrivere il software.

Perché non riscrivere

Vediamo innanzitutto i motivi per NON riscrivere, ovvero continuare a mantenere la vecchia soluzione.

Ci vuole sempre più tempo del previsto

La riscrittura prende molto tempo, più di quanto si prevede; l’azienda è costretta a fermarsi, ma il mercato va avanti, costringendoci a restare indietro;

Abbiamo meno tempo a disposizione di quanto si è avuto per l’originale

Codici scritti in anni e anni di lavoro devono essere re-implementati in una piccola frazione di tempo; La riscrittura fornisce poche o nessuna nuova funzionalità per l’azienda.

Questo comporta almeno un paio di conseguenze:

Malcontento di capi e clienti

I capi si innervosiscono e diventano frustati, non riescono a capire perché è necessario così tanto tempo.

Ritardi dovuti alla fretta

Il team di sviluppo viene messo sotto pressione per avere il lavoro finito e ciò causa ritardi su ritardi.

Si rischia di rovinare il processo

Esistono scelte tattiche codificate utili ma dimenticate da lungo tempo, che rischiano di andare perse nella riscrittura.

Durante tutti gli sviluppi si hanno doppi costi

Il vecchio sistema non potrà essere spento fino a quando le funzioni non sono migrate nel nuovo sistema, nel frattempo deve essere mantenuto funzionante ed è possibile che debbano essere fatti sviluppi per i clienti che lo usano.

Licenza:
I contenuti di questo articolo sono proprietà intellettuale dei relativi autori e protetti ai sensi dell'art. 1 della legge italiana sul diritto d'autore n. 633 del 22 aprile 1941.
La copia, parziale o integrale, è illegale escluso il caso di citazioni di lunghezza massima di un singolo paragrafo e il cui testo sia completamente incluso in un link a questa pagina.